mercoledì 20 aprile 2011

Pecorelle pasquali

E' tradizione, qui in Sicilia, che all'avvicinarsi della Pasqua, si preparino le pecorelle di pasta di mandorle una variante dei tipici frutti di martorana, per regalarle a parenti ed amici.
Come ogni dolce tradizionale che si rispetti, ognuno ha la sua ricetta, questa è quella della mia famiglia,  queste pecorelle ed anche la colombina sono state preparate per farne dono ad una persona speciale, che spero abbia gradito.                             

Ingredienti:
1 kg. di farina di mandorle
800 gr. di zucchero a velo
100 gr. di glucosio
1 fialetta di aroma di mandorle
qualche goccia di aroma di mandorle amare
acqua q.b.
stampo di terracotta
amido di mais
In una bacinella capiente versare la farina di mandorle, unire lo zucchero a velo, mescolare per eliminare i grumi  amalgamare bene, aggiungere il glucosio, gli aromi, l'acqua, circa mezzo bicchiere, mescolare e lavorare velocemente fino ad ottenere un panetto morbido.
Non occorre lavorare tanto, perchè le mandorle cominciano a buttare l'olio e poi diventa difficile compattare.
Avvolgere il panetto ottenuto nella pellicola e mettere a riposare per una mezz'oretta.
Preparare lo stampo, spolverare entrambe le parti  di amido di mais,  prendere un pezzetto di pasta,  lavorarla e metterla nella parte della testa, spingere bene altrimenti il muso non viene, poi con dell'altra pasta rivestire tutto lo stampo, coprire con l'altra metà della stampo, pressare bene,
riaprire, tagliare la parte eccedente, e piano piano estrarre la pecorella, 
poi procedere alla decorazione, con un pò di cacao, e pennarelli alimentari.





Questa è con il ripieno di pistacchi e decorata con glassa. 
Si tritura  il pistacchio sgusciato, si unisce ad una piccola quantità di pasta di mandorle, se ne mette una quantità nello stampo, si chiude e si procede come le altre.


Con questa ricetta partecipo al contest del blog La cucina di Angela


15 commenti:

  1. mamma che bontà... mi fa impazzire la pasta di mandorle! sei stata bravissima a fare le pecorelle!

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo Letizia!! Ma sei bravissima!! Mi hai lasciato veramente a bocca aperta!!!
    Un abbraccio cara!!!!

    RispondiElimina
  3. che buone che belle le farei anch'io ma nn ho stampo :( buona pasquaaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Letizia che belle queste pecorelle e che cara idea che hai avuto di darle in dono!! Chissà se prima o poi mi deciderò anche io e inizierò a creare dei regalini gustosi per le festività!! Mi ci devo buttareeee!!!!

    RispondiElimina
  5. Sono bellissime ! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao Letizia complimenti davvero queste pecorelle sono un amore davvero carinissime!! E che carini questi fiorellini che scendono nel blog!!!!Un abbraccio e tantissimi auguri di Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  7. e brava Leti, io inizio più tardi la produzione di pecorelle...che spariranno alla velocità della luce!!! ;-) baci

    RispondiElimina
  8. Ciao cara!! Queste sono proprio una vera opera d'arte!! Super goloseeee!! Complimenti! Un bacione.

    RispondiElimina
  9. Bellissimi, sono un'amore!!
    Bravissima
    Buona Pasqua carissima a presto Anna

    RispondiElimina
  10. questa ricetta è fantastica..l'ho aggiunta nella lista dei partecipanti al contest.....Complimenti
    Angela

    RispondiElimina
  11. Letizia che meraviglia! Da buona siciliana io adoro la pasta di mandorle! Io non ci provo neanche a farli, qui in Toscana per comprare un kg di farina di mandorle ci vuole un mutuo! Brava tesoro, un bacio.

    RispondiElimina
  12. ma che buone le pecorelle ripiene,prima le facevo ora da qualche anno non ho più voglia e le compro in pasticceria,però così ripiene da me non le fanno.
    mi sa che il prossimo anno ci riprovo,
    ciao un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutti per i vostri commenti, mi fanno tantissimo piacere.

    RispondiElimina