giovedì 22 luglio 2010

Giovanni.

Oggi vi voglio presentare Giovanni,  un altro componente della mia famiglia.
Giovanni è giovanissimo....ha quasi due anni...però è molto forte e mi dà grandi soddisfazioni...
Chi è Giovanni?  Ve lo presento ufficialmente.... è lui!!!!
..... il mio lievito madre ...
Ma come un lievito madre con un nome di persona? Certo, perchè per mè è come un altro figlio, da accudire con amore...ed è stato forse per questo mio grande affetto che Giovanni sin dall'inizio ha mostrato una tenacità ed un attaccamento alla vita impressionante!!!
Certo che io non avrei scommesso un soldo bucato sulla riuscita di questa impresa titanica, ho passato mesi a cercare informazioni, a studiare....ma poi rimandavo sempre  ad un altro momento...fino a quando il 25 agosto, improvvisamente ho deciso che il momento era arrivato!!!
Sarà stato amore a prima vista perchè durante la gestazione non c'è stato nessun problema e anche il parto atteso con trepidazione è stato totalmente indolore e felice....
Quando ho informato la mia famiglia della nascita di questo nuovo componente familiare, dopo il primo momento di stupore, (avranno pensato che ero totalmente impazzita) Alice la mia piccola bambina ha deciso che come ogni neonato, anche il mio lievito doveva avere un nome e...dopo aver riflettuto due minuti tutta seria ha esclamato: "Mamma...si chiamerà Giovanni".
Giovanni ha una voglia di vivere incredibile....anche adesso che le attenzioni non sono così costanti....la sua culla è in frigorifero dove la "sua mamma" ogni cinque/sei giorni provvede alla sua nutrizione.
Le soddisfazioni che questo figlio mi ha dato e continua a darmi sono tante,... pane , pizze, focacce, tutte con un sapore indescrivibile, e come ogni mamma che si rispetti mi sento orgogliosa ogni qualvolta mi fanno i complimenti!
Dopo questo lungo racconto, ecco una ricettina a cui partecipa attivamente Giovanni
Pane
Ingredienti:
100 gr. di farina di semola di rimacinato
150 gr. di farina integrale
100 gr. di farina di farro o di kamut
50 gr. di fiocchi d'avena o semi di girasole
100 gr. di lievito madre
10 gr. di sale
300/350 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di miele o zucchero

Sciogliere il lievito madre e il miele nell'impastatrice con 100ml di acqua tiepida, aggiungere piano piano le farine miscelate insieme, i fiocchi d'avena o i semi di girasole,  l'acqua a filo. Impastare per circa 15 minuti, ricordarsi di aggiungere il sale solo quando tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, la quantità di acqua dipende da quanta ne assorbe la farina.  Quando l'impasto è ben incordato, fare una palla e mettere a lievitare in un contenitore leggermente oleato, far riposare in luogo caldo fino al raddoppio.
Il mio lievito, adesso che fa caldo,  fa il suo dovere in circa tre ore.
Dopo la lievitazione, reimpastare il panetto formare il pane o i panini e rimettere a lievitare per circa un'ora, spennellare con acqua tiepida e infornare a 200° per circa 20/25 minuti (dipende dal forno).

1 commento:

  1. E io ancora leggo, chi è sto giovanni, sei forte...........

    RispondiElimina